Il Coordinatore Genitoriale

Il Parent Coorinator o Coordinatore Genitoriale è un PROFESSIONISTA che può avere una formazione accademica varia – assistenti sociali, psicologi, mediatori famigliari, avvocati – opportunamente formati al metood specifico e alla getsione dei conflitti. Il Coordinatore Genitoriale utilizza il metodo della COORDINAZIONE GENITORIALE.

Cos’è? È un metodo di lavoro con le coppie altalmente conflittualità che faticano a prendere anche piccole decisioni comuni per i loro bambini. Il ruolo del Coordinatore Genitoriale è in parte simile a quello di solito richiesto da parte del Giudice per le Separazioni agli assistenti sociali dei servizi pubblici quando due genitori non fanno altro che litigare o demandato al Consulente Tecnico d’Ufficio rispetto alla questione di definire regolamentazione e il più opportuno collocamento.

Il Coordinatore Genitoriale incontra i genitori SEMPRE insieme, tranne in casi specifici e per esigenze comunicate ad entrambi, DEFINISCE con i genitori i TEMI IMPORTANTI PER LA LORO GENITORIALITÀ E PER IL BAMBINO, offre suggerimenti concreti per assumere le decisioni migliori per i bambini tenendo in considerazione i punti di vista di entrambi i genitori con l’attenzione principale ai bisogni di crescita dei bambini che devono vivere come BAMBINI E BASTA non farsi carico dei litigi dei genitori o sentirsi la causa della loro sofferenza. PRENDE DECISIONI IN PROPRIO laddive autorizzato a farlo dal Giudice o dalle parti.

Nelle situazioni di separazione conflittuale lo scenario win-win è raro soprattutto se i genitori restano entrambi immersi solo nel conflitto. Avere un risultato win.win-win-win come auspicato da alcuni professionisti ancor più difficile se il conflitto diventa un compagno di vita.

Il Coordinatore Genitorale aiuta i genitori supportandoli e insegnando loro a prendere decisioni insieme e riducendo i conflitti quotidiani circa le piccole decisioni di tutti i giorni (comprare i libri per la scuola, iscrivere i bambini allo sport, firmare per la gita scolastica, etc..). Aiutando i genitori a decidere su queste piccole questioni si riduce l’esigenza di far riferimento al Tribunale o, se ancora non è acaduto, di vedersi la responabilità genitoriale limitata proprio dal Giudice con rischio di affidamento dei bambini ai servizi sociali.

Il Coordinatore Genitoriale può proprio permettere di prevenire, se coinvolto nella fase iniziale della separazione il coinvolgimento successivo dei servizi sociali o di un CTU. E’ fondamentale che il Coordinatore Geniotriale sia una figura neutrale anche quando contattato da uno dei due genitori deve da subito essere trasparente, spiegare chiaramente le regole a cui sia il facilitatore sia i genitori devono attenersi. Deve inoltre essere formato  per la gstione di situazioni tanto delicate al fine di permettere un’evoluzione positiva per i bambini e per i loro genitori, magari consigliando un percorso personale con altri professionisti se necessario,  che permetta di diminuire il ricorso costante sia al Coordinatore Genitoriale sia agli avvocati.

In concreto, la figura del Coordinatore Genitoriale può diminuire l’esperienza famigliare di conflitto e questo significa che il bambino, che si trova nella situazione più indifesa, trae vantaggio dall’avere due genitori in grado di litigare un pò meno o, almeno, capaci di fargli vivere una vita diversa ma vivibile.

Il Coordinatore Genitoriale è NEUTRALE rispetto alle parti, IL SUO FOCUS SONO I BISOGNI DEL BAMBINO PARTENDO DAI PUNTI DI VISTA DEI GENITORI E DELLE PERSONE CHE GLI VOGLIONO BENE. LAVORA SUI DATI DI FATTO E NON SU SUPPOSIZIONI.

La COORDINAZIONE GENITORIALE è un metodo differente dalla MEDIAZIONE FAMIGLIARE: guarda il video

Il metodo di lavoro prevede una totale trasparenza delle informazioni e si struttura con:

  • analisi della domanda per valutare la possIbilità di iniziare un percorso di Coordinazione Genitoriale: analisi della documentazione completa
  • primo colloquio congiunto con i due genitori e gli avvocati
  • tra uno e due colloqui con i genitori individualmente se necessario (tutti in contatti individuali sono comunicati all’altro genitore)
  • colloqui congiunti periodici (la periodicità è definita dal tipo di conflitto e dalla sua acuzie)
  • contatti e-mail con i genitori
  • eventuale conoscenza a casa o in studio con i bambini (solo quando necessario)
  • eventuali colloqui con le famiglie di origine dei genitori o con persone importanti per i bambini e che si occupano di loro

Come capire quando ho bisogno di un Coordinatore Genitoriale?

Voglio riportare una frase di un Parent Coordinator  che indica

Ti serve un Coordinatore Genitoriale quando utilizzzi più tempo, denaro, energie a litigare rispetto a quelle che investi semplicemente per vivere la tua vita’.

Leggi il POST che ho scritto sul BLOG SCAMBI DI PROSPETTIVE

Guarda i video sulla COORDINAZIONE GENITORIALE

Scarica l’articolo dell’HuffingtonPost sul tema del Parent Coordinator

images

Troviamo il bandolo della matassa con i genitori altamente conflittuali!

SCARICA IL FAC-SIMILE DI INFORMATIVA PER LA COORDINAZIONE GENITORIALE PER I SERVIZI PUBBLICI

FAC SIMILE ACCORDO CO.GE.

 

Annunci

8 thoughts on “Il Coordinatore Genitoriale

  1. Pingback: Coordinazione Genitoriale e Amministrazione di Sostegno – CROAS Lombardia | Elena Giudice

  2. Pingback: Coordinazione Genitoriale: alcune specifiche | Elena Giudice

  3. subito dopo l’illuminante corso di elena giudice, ho iniziato ad applicare la tecnica del coordinamento genitoriale e devo dire che sto avendo le mie soddisfazioni….

  4. Pingback: Il trittitco sull’alta conflittualità | Elena Giudice

    • Grazie Cristiana, se ne avessi voglia racconta sulla pagina coordinatore genitoriale del sito come lo stai usando e quali elementi ti sembra siano più soddisfacenti così condividiamo le cnoscenze e le esperienze. 🙂

  5. Pingback: Pratica Collaborativa La Pratica Collaborativa come il Kintsugi

  6. Ho iniziato a usare il metodo della coordinazione genitoriale con una coppia altamente conflittuale che seguivo da tempo…il cambiamento di approccio li ha inizialmente spazzati ma è servito a sbloccare la situazione e a fare in modo che i due iniziassero a pensare al futuro senza fossilizzarsi solo su episodi legati al passato…

    • Grazie Maria Chiara,
      mi fa piacere tu abbia riscontrato l’utilità del metodo. Avendolo attuato diverse volte con queste coppie mi sono convinta della sua efficacia e per questo lo porto in giro per farlo conoscere ed adottare nei servizi per le famiglie. La vostra esperienza diretta però è fondamentale per mettere a fuoco dubbi, perplessità e adattamenti oltre a far conoscere il metodo e diffonderlo! Grazie 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...