Supervisione

La supervisione rappresenta il momento privilegiato di revisione critica e riflessiva delle prassi di lavoro, anche a fronte di una realtà sociale in continua evoluzione e sempre più densa di complessità. Essa prevede uno spazio e un tempo adeguati per aprire lo sguardo verso sé e verso gli altri – intesi come colleghi, superiori e soprattutto clienti – e per riformulare, riordinare e promuovere nuovi circoli di pensiero e di metodo.

CFO orienta i propri percorsi di supervisione sull’intreccio delle tre dimensioni cruciali del lavoro sociale:

  • il sapere;
  • il saper fare;
  • il saper essere.

In questo senso il momento della supervisione favorisce un processo di distanza dal ruolo professionale e permette di esplorare criticamente le dimensioni percepite come disfunzionali o bisognose di nuovi stimoli per  ritrovare la direzione del proprio lavoro.
Essa pertanto diventa occasione privilegiata per guardare al proprio sé personale e professionale, all’interno della specificità del contesto organizzativo in cui si opera.
Protagonista del percorso di supervisione è il gruppo di lavoro che, attraverso il contributo circolare dei singoli e l’accompagnamento supportivo del conduttore, partecipa al processo costruttivo di rivisitazione delle criticità e di messa a fuoco delle risorse e potenzialità. In questo senso il supervisore, attraverso la propria esperienza e la propria posizione terza, si propone con una funzione ermeneutica e riflessiva.

Il nostro metodo prevede:

  • un clima accogliente e privo di giudizio dove le persone possono stare ben;
  • l’analisi progressiva dei bisogni del gruppo di lavoro attraverso un racconto partecipato;
  • la promozione di processi di distanza dal ruolo e di riflessività;
  • la valorizzazione dei  punti di forza e delle risorse del gruppo accanto alla revisione degli elementi di fragilità;
  • la proposta di chiavi di lettura e di processi di problem solving centrati sulla specificità del gruppo di lavoro e del problema affrontato;
  • la rilettura dinamica delle istanze emotive, motivazionali e relazionali che possono generare vissuti di malessere;
  • l’utilizzo di metodi e strumenti interattivi.

La nostra offerta

CFO organizza percorsi di supervisione ad hoc su richiesta delle organizzazioni o dei gruppi/equipe di professionisti.

Sono inoltre previsti percorsi monoprofessionali rivolti ad assistenti sociali per i quali verranno richiesti i crediti formativi.

Le nostre aree di competenza sono prevalentemente:

  • l’ambito della tutela minorile, della presa in carico delle famiglie e degli adolescenti e del penale minorile;
  • la prospettiva interculturale nel lavoro sociale;
  • l’ingaggio emotivo delle professione di aiuto;
  • la progettazione, l’organizzazione e la gestione dei servizi;
  • il supporto ai ruoli di coordinamento;
  • le dimensioni di conflittualità e stress nei luoghi di lavoro.

 

Annunci